tomato

Caponata Rivisitata

In questa ricetta abbiamo voluto rivisitare la classica caponata siciliana, cambiando qualche ingrediente, giocando così di contrasto. La dolcezza della burrata con l’acidulo del pomodoro secco, la salinità data dalle alici e il pistacchio per una nota croccante.

INGREDIENTI:
– Melanzane
– Pomodori secchi sott’olio
– Alici di Cetara
– Pistacchio di Bronte
– Burrata
– Olio extra vergine di oliva

Iniziate facendo cuocere in una padella antiaderente con un filo di olio le melanzane precedentemente tagliate a cubetti di un 1 cm circa. Fate cuocere per 10-15 minuti. Girate di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, a metà cottura aggiungete i filetti di alici. Fate raffredare e impiattate aiutandovi con un coppapasta.

Mettete le melanzane alla base, poi aggiungete la burrata stracciata a mano, i pomodori secchi finemente tritati, un filetto di alice e i pistacchio tritati al coltello.

A noi ci è piaciuta tantissimo 🙂
Buon Appetito
Damiano e Mattia

In this recipe, we wanted to revisit the classic Sicilian caponata, changing some ingredients, playing well in contrast. The sweetness of burrata cheese with the sour of sun dried tomatoes, anchovies for salinity and pistachios for a crisp note.

INGREDIENTS:
– Eggplant
– Dried tomatoes in oil
– Anchovies of Cetara
– Pistachio of Bronte
– Burrata cheese
– Extra virgin olive oil

Start by cooking in a pan with a little oil  the eggplant before cut into cubes of about 1 cm. Cook for 10-15 minutes. Turn occasionally with a wooden spoon, half cooked, add the anchovy fillets. Let cool down and serve helping with a pastry cutter.

Put the eggplant to the base, then add the burrata cheese torn by hand, dried tomatoes, anchovy fillet and knife chopped pistachios.

We loved it so much 🙂
Bon Appetite
Damiano e Mattia

Acquacotta all’Aretina

Con questo piatto abbiamo voluto fare omaggio a Caccia al Territorio Blog Tour Arezzo al quale parteciperemo quest’anno 😀 La ricetta risale al 1705, ma ne esiste una ristampa anastatica a cura di Guido Gianni che la descrive così:

“…puliti che li haverai lavati, e spremili bene acciò che n’esca intieramente l’acqua, mettili poi nella padella così asciutti e li farai cuocere finchè si consumi l’acqua, andandoli rivoltando qualche volta e quando saranno quasi cotti li metterai in uno stufarolo con olio buono e butirro, con un poco di cipolla e aglio trito et erbe odorose toltone la mentuccia di campagna spetiarie e sale e li farai soffriggere qualche spatio di tempo. Dopo ci metterai un poco di brodo e li farai finir di cuocere e nel fine ci metterai un poco di rossi d’uova con agro e li potrai mandare in tavola”

Noi ve la proponiamo in italiano moderno 🙂

INGREDIENTI


– Pane casereccio
– Funghi Porcini
– Uova
– Parmigiano grattugiato
– Mentuccia
– Passata di pomodoro
– Aglio
– Olio evo
– Pepe
– Sale

TEMPO 30′ circa


Iniziate a lavare bene e tagliare a pezzetti i funghi porcini calcolando circa un etto a persona, quindi fateli rosolare in un pentolino con un filo d’olio insieme all’aglio, la mentuccia, il pepe e il sale, infine aggiungete un po’ di passata di pomodoro.

Ritiratosi il sugo, aggiungere tanti mestoli di acqua calda per porzione, più un altro. Coprite e lasciate cuocere per una ventina di minuti.

Nel frattempo mettete in forno delle fette di pane e fatele dorare, mescolate in un recipiente del parmigiano grattugiato con delle uova, una per persona, e una volta pronto versateci il contenuto del pentolino, coprendo con un coperchio per cinque minuti.

Servite adagiando prima una fetta di pane dorato sul fondo.

Buon Appetito,
Damiano e Mattia



INGREDIENTS


– Homemade bread
– Porcini Mushrooms
– Eggs
– Grated Parmesan cheese
– Catmint
– Tomato sauce
– Garlic
– Extra virgin olive oil
– Pepper
– Salt
TIME 30 ‘


Begin to wash and slice the porcini mushrooms by calculating approximately an hectogram per person, then brown them in a pan with a little olive oil with garlic, catmint, pepper and salt, then add a little tomato sauce.

He retired the sauce, add as many ladles of hot water per serving, plus another. Cover and simmer for about twenty minutes.
Meanwhile, put the slices of bread in the oven and let them brown, stir in a container of grated Parmesan cheese with the eggs, one per person, and once ready, pour the contents of the saucepan, cover with a lid for five minutes.

Serve by placing a slice of bread before golden on the bottom.

Bon Appetite,
Damiano and Mattia

Linguine cacio e pepe con guanciale e datterini gialli

Un primo piatto all’apparenza complicato, ma in realtà semplice e veloce da preparare, ecco come:

INGREDIENTI


– Linguine o Spaghetti
– Datterini gialli
– Guanciale
– Pecorino
– Pepe
– Rosmarino
– Olio extra vergine d’oliva
– sale

TEMPO 25′ circa


Se avete del guanciale fresco iniziate col tagliarlo a fette non più alte di 1cm, e poi a listarelle larghe all’incirca un dito. Fatele rosolare in padella (volendo con un cucchiaino d’olio) finché non hanno “sudato” abbastanza, dopodiché levatele dalla padella stando attenti a non portar via anche il succo, e aggiungete i datterini gialli con abbondante pepe e un po’ di sale, mescolate per pochi minuti per poi riunire il guanciale.

Nel frattempo versate il pecorino grattugiato in un recipiente e stemperatelo con dell’acqua di cottura.

Quando la pasta è al dente, scolatela e mischiatela in padella con il sugo appena preparato, fatela insaporire, quindi versate il pecorino, girate velocemente e versare subito, aggiungendo qualche rametto di rosmarino per aromatizzare.

Buon Appetito,
Damiano e Mattia


A dish seemingly complicated, but it really quick and easy to prepare, here’s how:

INGREDIENTS


– Linguine or Spaghetti
– Yellow Datterini
– Cheek lard
– Pecorino
– pepper
– Rosemary
– Extra virgin olive oil
– salt

TIME 25 ‘about


If you have the fresh cheek lard, start by cutting it into slices no more than 1cm high, and then into strips about a finger wide. Fry in a pan (if desired with a teaspoon of oil) until they “sweat” enough, then remove them from the pan being careful not to take away the juice, and add the datterini yellow with plenty of pepper and a bit ‘of salt, stir for a few minutes and returning them to the cheek lard.

Meanwhile, pour the grated cheese in a bowl and dilute with the cooking water.

When the pasta is al dente, drain and mix it in the pan with the sauce freshly prepared, let it simmer, then pour the cheese, turn quickly and pour immediately, adding a few sprigs of rosemary for flavor.

Bon Appetite,
Damiano and Mattia

Coinquilini feat Mamma _ Gnocchi al Pignatiello

Questa è una ricetta molto tradizionale che abbiamo voluto cucinare insieme a Lisa, ovvero la “Mamma”
Prendetevi del tempo, armatevi di amici o familiari, tanta voglia di fare e soprattutto di mangiare 😛

INGREDIENTI (per 4 persone)


– 1Kg di patate, meglio se più vecchie
– 300g di farina tipo 00
– 1l di passata di pomodoro
– 500g di mozzarella di bufala dop
– Tanto basilico
– Parmigiano grattugiato
– Pepe (facoltativo)
– Sale
– Olio evo

TEMPO 90′ circa


Iniziate lessando le patate, complete di buccia, per 30′ circa, oppure cuocetele al vapore sbucciate e tagliate a pezzi. Una volta pronte sbucciatele ancora calde e schiacciatele mettendole a forma di fontana su un tavolo o tagliere infarinato. Mettete del sale e iniziate a impastare velocemente incorporando la farina poco alla volta finché l’impasto non si attacca più alle mani. Ora siete pronti per fare gli gnocchi a vostra grandezza e spessore.

Fate bollire dell’acqua salata per poi gettarvi gli gnocchi pochi alla volta, man mano che vengono a galla prendeteli con un mestolo forato e adagiateli in un recipiente per poi condirli.

Il sugo è molto semplice, basta far cuocere insieme un po’ di olio, passata di pomodoro, sale, molto basilico e, se si vuole, del pepe, tutto per 30′ circa.

Quando tutto è pronto condite gli gnocchi con il sugo, mettetene un po’ nel pignatiello, unite la mozzarella di bufala a pezzetti, coprite con altri gnocchi, quindi aggiungere altro sugo e molto parmigiano. Infornate a 180º per un quarto d’ora circa, finché si forma una bella crosta dorata. Infine servite e decorate con foglie di basilico fresche.

Buon Appetito,
Damiano e Mattia


This is a very traditional recipe that we wanted to cook with Lisa, aka “Mum”
Take some time, arm yourself with friends or family, so much to do and especially to eat 😛

INGREDIENTS (for 4 people)


– 1 kg of potatoes, preferably older
– 300g of flour type 00
– 1 liter of tomato sauce
– 500g of mozzarella di bufala dop
– So much basil
– Grated Parmesan cheese
– Pepper (optional)
– Salt
– Extra virgin olive oil

TIME 90 ‘about


Start by boiling the potatoes, peel complete, for about 30′, or steam the peeled and cut into pieces. Once ready, peel them and mash them while still hot by putting them in the form of a fountain on a table or cutting board dusted with flour. Put the salt and knead quickly start incorporating the flour a little at a time until the dough does not stick to your hands more. Now you are ready to make the dumplings in your size and thickness.

Boil salted water and then toss in the dumplings a few at a time, as they are afloat take them with a slotted spoon and place them in a bowl and then toss.

The sauce is very simple, just cook together a little oil, tomato sauce, salt, basil and much, if desired, pepper, all for about 30′.

When everything is ready seasoned dumplings with the sauce, put a bit ‘in “pignatiello”, add the mozzarella into small pieces, cover with other dumplings, then add more sauce and Parmesan much. Bake at 180 degrees for fifteen minutes or so, until you form a nice golden crust. Finally served and decorated with fresh basil leaves.

Bon Appetite,
Damiano and Mattia

ELICHE GIGANTI ALLA NORMA

INGREDIENTI


– Eliche giganti (se non le trovate vanno bene anche quelle normali)
– Melanzane
– Pomodori pelati di San Marzano DOP
– Ricotta di capra
– 1 Cipolla
– Basilico fresco
– Olio evo
– Sale

TEMPO 25′ più 1h circa per preparare le melanzane


Tagliate le melanzane a dischi non troppo spessi, cospargeteli di sale grosso, copritele con un coperchio e lasciatele sotto un peso per circa un’ora, in modo da far uscire l’amaro.

Passata l’ora, sciacquatele, asciugatele bene, dopodiché tagliatele a listarelle e friggetele in padella per 5-10 minuti, fatele asciugare su dei tovaglioli di carta per togliere l’olio in eccesso.

Ora, con la stessa padella, soffriggete la cipolla tagliata finemente, fatela imbiondire e buttateci le melanzane tenendole per altri 5 minuti, aggiungete i pomodori, girate, salate leggermente e unite anche un bel po’ di basilico spezzato a mano. Quando si sarà asciugato, ma non troppo, aggiungete la ricotta, mescolate bene, unite la pasta (tolta 3-4 minuti prima del tempo) e acqua di cottura per far continuare la pasta a cuocersi nel sugo e insaporirsi di più.

È una ricetta classica, leggermente rivisitata e con un tipo di pasta non proprio nella “norma” 🙂

Buon appetito,
Damiano

 

 

 

POMODORO RIPIENO DI RISO

INGREDIENTI


– pomodoro da riso
– riso bianco
– olio evo
– basilico
– origano
– sale
– pepe

Lavate e svuotate il pomodoro mettendolo da parte, mettete la polpa all’interno di una ciotola aggiungendo olio evo, origano, foglie di basilico spezzate a mano, sale e pepe. Mescolate e versate all’interno del pomodoro svuotato precedentemente, stando attenti a non riempirlo fino all’orlo (infatti il riso, in fase di cottura, crescendo potrebbe fuoriuscire).

Adesso infornate a 200° per 40-45 minuti. Una volta pronto lasciatelo raffreddare e aggiungete un filo d’olio extra vergine a crudo.

A mio parere sono molto più buoni freddi perché si intensificano i sapori. 🙂
Buon appetito,
Mattia

 

 

INGREDIENTS


– tomato rice
– white rice
– extra virgin olive oil
– basil
– oregano
– salt
– pepper

Wash and empty the tomatoes by putting it aside, put the pulp in a bowl, adding extra virgin olive oil, oregano, basil leaves broken hand, salt and pepper. Mix and pour into the previously emptied tomato, being careful not to fill it to the brim (in fact the rice during cooking, growing may leak out).

Now bake at 200 degrees for 40-45 minutes. Once ready let it cool and add a drizzle of extra virgin raw.

In my opinion cold is better because it intensifies the flavors. 🙂
Bon Appetite,
Mattia